Cosa significa scaldabagno ad accumulo? Quale scegliere?

1
2
DAB Eurocover Pompa svuota teloni per piscina
Einhell GC-DP 1020 N 41.707.73 Pompa per Acque Scure
DAB Eurocover Pompa svuota teloni per piscina
Einhell GC-DP 1020 N 41.707.73 Pompa per Acque Scure
9.6
9.2
DAB
Einhell
140,00 €139,00 €
79,95 €60,30 €
DAB Eurocover Pompa svuota teloni per piscina
DAB Eurocover Pompa svuota teloni per piscina
9.6/10
140,00 €139,00 €
Einhell GC-DP 1020 N 41.707.73 Pompa per Acque Scure
Einhell GC-DP 1020 N 41.707.73 Pompa per Acque Scure
9.2/10
79,95 €60,30 €

La scelta degli elettrodomestici, nella propria abitazione, è di fondamentale importanza per far fronte alle esigenze quotidiane della famiglia e va dunque effettuata con molta cura e attenzione. Acquistare prodotti di una certa qualità equivale ad avere una grande efficienza e a rispettare l’ambiente, risparmiando notevolmente in termini energetici.

Per quanto riguarda il bagno, sempre più italiani optano per l’acquisto dello scaldabagno, prodotto indispensabile per la produzione di acqua calda sanitaria. Orientarsi tra i vari modelli presenti in commercio non è sempre semplice. Esiste infatti una vasta gamma di prodotti, dai prezzi e dalle funzioni più svariate. È bene, dunque, capire la differenza tra i vari boiler. L’acquirente si troverà infatti di fronte a modelli ad accumulo, istantanei, a gas, a pompa di calore, a camera stagna e così via.

Nel seguente articolo, ci occuperemo nello specifico delle caratteristiche dello scaldabagno ad accumulo, con qualche piccolo accenno alle funzioni degli altri, così da avere un quadro completo dei diversi prodotti in commercio.

Cos’è lo scaldabagno ad accumulo?

Per scaldabagno ad accumulo s’intende un sistema di produzione d’acqua calda sanitaria dotato di serbatoio, nel quale l’acqua viene mantenuta a una temperatura costante e stabilita. Il vantaggio è che si può scegliere la capacità del serbatoio, da 50 fino a 200 litri. Inoltre, uno scaldabagno di questo tipo è in grado di sfruttare diverse fonti energetiche per il loro funzionamento (esiste infatti lo scaldabagno elettrico, a gas e a pompa di calore).

Spesso lo scaldabagno ad accumulo è “combinato“, ovvero è costituito da più serbatoi, due per l’esattezza. Il primo serve per il riscaldamento e l’altro per accumulare e riscaldare l’acqua del bagno e della cucina. Nei mesi invernali si scalda in minor tempo rispetto a quelli estivi.

Gli acquirenti spesso e volentieri preferiscono acquistare questo boiler anziché il modello istantaneo. Quest’ultimo non ha il serbatoio: l’acqua viene riscaldata in maniera istantanea, tramite un bruciatore, nel momento in cui viene aperto il rubinetto. Si ferma e si raffredda alla chiusura del rubinetto stesso. Poiché non ha né serpentina né serbatoio è molto compatto rispetto a quello ad accumulo e si installa facilmente anche in spazi più angusti. Tuttavia, nonostante le dimensioni un po’ grandi, le prestazioni dello scaldabagno ad accumulo sono sempre del tutto soddisfacenti.

Quali sono le caratteristiche?

I sistemi ad accumulo sono per lo più realizzati in acciaio anticorrosione, per una questione d’igiene e per creare una sorta di patina isolante esterna ed interna. Il serbatoio dell’acqua è in metallo e avvolto da un involucro fatto di lamiera di acciaio che lo isola termicamente. L’acqua si riscalda grazie alla serpentina in rame.

Questo tipo di scaldabagno è la soluzione ideale per famiglie numerose e grandi nuclei abitativi in quanto ha una capacità molto elevata. Inoltre non c’è lo sconveniente “pericolo” di rimanere senza acqua (ad esempio sotto la doccia) nel momento in cui qualche familiare utilizza l’acqua in un’altra zona della casa (ad esempio in cucina). Ideale, dunque, anche per le abitazioni in cui vi sono più bagni. I flussi d’acqua prodotti sono sempre molto abbondanti e le riserve non mancano mai perché l’acqua si accumula nel serbatoio. Possibile scegliere tra i modelli a muro (di forma cilindrica o orizzontali) e a basamento, da porre direttamente sul pavimento.

Esistono in commercio scaldabagni ad accumulo di due tipi:

  • quelli a gas che sono alimenti dal metano o dal GPL, mentre quelli elettrici, come dice la parola stessa funzionano grazie all’energia elettrica. Con l’avanzare della tecnologia, sono nati gli scaldabagni ad accumulo a pompa di calore, molto ma molto economici (si risparmia fino al 70% in più sulla bolletta) in quanto si basano sul COP, ovvero il coefficiente di prestazione, che rappresenta il rapporto tra energia consumata ed energia resa;
  • quelli a camera stagna che prevedono, all’apertura del rubinetto, l’apertura della valvola del gas per alimentare la fiamma grazie alla decompressione che avviene nei tubi interni dell’acqua. Si crea così la combustione che riscalda l’acqua. Sono dotati di un particolare sistema di sicurezza che blocca il flusso del gas se si verificano problemi, quale lo spegnimento della fiammella del gas, perdite o altro.
    La scelta, tra tutti, è strettamente soggettiva.

L’unica pecca, forse, risiede nelle dimensioni: i boiler ad accumulo, infatti, sono molto grandi e talvolta ingombranti. Inoltre necessitano di una manutenzione a costi più alti rispetto a quelli istantanei.

Quale scaldabagno ad accumulo scegliere?

Prima di acquistare uno scaldabagno ad accumulo è doveroso fare un confronto non solo tra qualità e prezzo ma bisogna soprattutto puntare su prodotti che abbiano un notevole risparmio energetico. Talvolta spendere qualche euro in più si rivela un buon se non ottimo investimento per risparmiare poi sulla bolletta. Il rispetto dell’ambiente è di fondamentale importanza.

Ecco quali sono i fattori da tenere in considerazione per una buona scelta nell’acquisto.

  • In primis, bisogna prestare attenzione alla classe energetica: uno di classe A+ avrà una maggiore efficienza energetica e un minore consumo rispetto a uno di classe B e così via. Ricordiamo che, dal 26 settembre 2015, l’Unione europea ha stabilito che tutti gli elettrodomestici, scaldabagni inclusi, debbano avere l’etichetta energetica, dunque tutti i negozianti e fornitori sono tenuti ad esporla sul prodotto. Coloro che non hanno dimestichezza con la lettura di quest’ultima, possono consultare il sito di Legambiente;
  • importanti sono anche la resistenza elettrica e la potenza (minore è la potenza, minori sono i consumi energetici);
  • per quanto riguarda la capacità, è bene sceglierla in base al fabbisogno quotidiano della famiglia: una persona, in media, consuma fino a 30 massimo 40 litri d’acqua. Se la famiglia è molto numerosa, si prediligerà un prodotto abbastanza grande, diversamente si opterà per uno di più piccole dimensioni.

Qualche consiglio per il montaggio

Per i modelli a muro è sempre preferibile scegliere un muro abbastanza consistente su cui montarlo. È sconsigliabile installarlo all’esterno e accanto alle finestre o ai balconi o in zone molto umide della propria casa, in quanto l’umidità può provocare malfunzionamento. E’ preferibile montare il boiler accanto agli impianti della rete idrica, come il lavello (in caso di scaldaacqua sottolavello da cucina), la vasca da bagno e la lavatrice per evitare di far disperdere troppo il calore durante il passaggio dell’acqua nei tubi.

La scrittura è una passione innata che mi accompagna sin da piccola. Ho collaborato, come redattrice, per due testate giornalistiche on-line dell’entroterra partenopeo. Sono co-autrice del libro “Amiche per la fiaba”, edito dalla casa editrice Milena Edizioni. Sono da sempre appassionata di prodotti per la casa.

Classifica Migliori Prodotti

Immagine Prodotto Voto Prezzo
1 DAB Eurocover Pompa svuota teloni per piscina DAB Eurocover Pompa svuota teloni per piscina

9.6/10

139,00 €
2 Einhell GC-DP 1020 N 41.707.73 Pompa per Acque Scure Einhell GC-DP 1020 N 41.707.73 Pompa per Acque Scure

9.2/10

60,30 €
Back to top
Apri Menu
Scaldabagno Migliore